Koppel A.W. srl Ascensori
Via Strasburgo 23/A
43123 Parma
tel. ++39 052 160 7028
fax ++39 052 160 7185
koppel@tin.it
koppel@formulapec.it

P.I. IT01516060348

HOME Chi siamo | Prodotti | Servizi | Ambiente | Sicurezza | Link | Contatti | MOBILE spanish

Agevolazioni

In questa pagina intendiamo fornire un quadro sintetico ma speriamo completo e aggiornato delle agevolazioni di cui possono usufruire in date condizioni i clienti dei nostri ascensori e piattaforme elevatrici:

Contributi a fondo perduto
La legge 13/1989 nella sua terza parte regola la concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento di barriere architettoniche. L’art. 8 della legge indica in che forma presentare la domanda, entro il 1° marzo al Sindaco del Comune in cui è sito l’immobile nel quale abitualmente risiede il disabile. Entro 30 giorni il Sindaco forma l’elenco delle domande, ordinate secondo criteri illustrati all’art. 10, che viene pubblicamente affisso. Il contributo viene determinato sulla base delle spese sostenute e comprovate; esistono diverse percentuali di copertura secondo diversi scaglioni indicati dalla legge. L’erogazione del contributo avviene dopo l’esecuzione dell’opera ed in base alle fatture quietanziate.

Detrazioni fiscali per interventi di eliminazione di barriere architettoniche
Come materia separata al momento non esiste più, in quanto inclusa nel più generale punto successivo.

Detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie
Fino al 31 dicembre 2016, salvo proroghe, è possibile fruire della detrazione Irpef sulle spese di ristrutturazione edilizia. Rientrano tra queste anche le spese sostenute per l’eliminazione delle barriere architettoniche tramite l’installazione di ascensori o piattaforme elevatrici e servoscala. La detrazione prevista è del 50% della spesa, per l’ammontare massimo di 96.000 Euro; per ottenerla (in dieci quote annuali di pari importo), è oggi sufficiente indicare i dati relativi nella dichiarazione dei redditi.
I dati consistono nella dichiarazione dei redditi con modello 730 oppure UNICO PF; nella comunicazione alla ASL competente per territorio con lettera RRR, spedita prima di iniziare i lavori, della data di inizio dei lavori, ubicazione, natura delle opere, committente e impresa esecutrice; dichiarazione sostitutiva dell’impresa esecutrice di atto notorio per adempimento degli obblighi in materia di sicurezza del lavoro e contributiva. I pagamenti devono essere effettuati a mezzo bonifico bancario o postale tracciabile.

IVA Agevolata
Nella legislazione italiana vigente, tra i beni e servizi soggetti a fatturazione con IVA agevolata al 4%, vi sono “poltrone e veicoli simili per invalidi anche con motore o altro meccanismo di propulsione, compresi i servoscala ed altri mezzi simili adatti al superamento di barriere architettoniche per soggetti con ridotte o impedite capacità motorie; prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto aventi ad oggetto la realizzazione delle opere direttamente finalizzate al superamento o alla eliminazione delle barriere architettoniche”.
Le opere di ristrutturazione edilizia, quali l’installazione di un ascensore, qualora non comportino il superamento di barriere architettoniche, sono soggette a fatturazione con IVA agevolata al 10%.

Legge 13/89

Legge sull'IVA agevolata